Tag

, , , , , , , ,

DonneIN è felice di annunciare il grande risultato della nostra socia Luisa Galbiati che è semifinalista al con il suo progetto: So Lunch!!!
So Lunch è stato, infatti, inserito nella rosa dei semifinalisti dell’edizione 2015 del Concorso europeo per l’innovazione sociale, che ha visto la partecipazione di oltre 1.400 candidati.
So Lunch è un progetto sviluppato dalla nostra Luisa Galbiati e dal team CFM. È una community geolocalizzata che offre pranzi a pagamento a casa propria e occasioni di acquisto di prodotti vicini alla scadenza a prezzi scontati, aiutando così i disoccupati over 45 a integrare il reddito, evitando l’esclusione sociale e favorendo la lotta allo spreco alimentare.
Chi abitualmente pranza fuori casa può godere di un pasto in un ambiente familiare e i dettaglianti possono vendere i prodotti prossimi alla scadenza a prezzi vantaggiosi. Tutti i membri sono valutati dalla community.

so lunch

Luisa Galbiati e gli altri 29 semifinalisti saranno invitati all’Accademia dell’innovazione sociale di Vienna a settembre per sviluppare le loro idee nell’ambito di workshop corredati di un sostegno mirato.
“Essere tra i semifinalisti premia l’impegno che abbiamo dedicato a diventare veicolo di innovazione e sviluppo, prima nel personalizzare le nostre competenze poi nello sviluppare progetti distintivi di innovazione sociale” racconta Luisa Galbiati di CFM “So Lunch rappresenta il nuovo paradigma alla lotta allo spreco alimentare e al sostegno ai disoccupati over 45. L’idea è nata osservando persone over 45, nostri coetanei, che dopo aver perso il lavoro non riescono a re-impiegarsi pur avendo conoscenze e competenze molto alte. Stiamo parlando di persone che solo in un caso su 3 riescono a ritrovare lavoro entro i 2 anni. Persone che a loro volta sono spesso il sostegno di figli giovani con scarse prospettive di lavoro. Le politiche attive a sostegno del lavoro sono dedicate ai giovani: questo rende sempre di più questi gruppi di persone isolate e sfiduciate. Agire sul bisogno di socialità, integrazione economica e sulla loro sensibilità di migliorare l’ambiente è la chiave di volta per creare un modello di crowd-economy socialmente innovativa che permetta di sostenere una categoria di cosiddetti svantaggiati con attività sostenibili senza costi aggiuntivi per la collettività. Partiamo da Milano, la nostra città, ma pensiamo di ampliare a tutte le maggiori città italiane e molto presto a quelle europee”.

luisa galbiati lilli geri

Il concorso europeo per l’innovazione sociale 2015 assegnerà tre premi del valore di 50.000 euro ai migliori “nuovi modi per crescere” in Europa.

DonneIN, nel farsi portavoce delle iniziative a favore dell’imprenditoria e della creatività femminile, augura a Luisa il pieno successo del suo progetto!